Ecografia Ginecologica

L’ecografia ginecologica si può eseguire per via sovrapubica o transvaginale.

Ecografia Sovrapubica

L’ecografia sovrapubica si esegue soprattutto nelle pazienti che non hanno avuto rapporti sessuali o in caso di masse pelviche di grosse dimensioni. Negli altri casi è preferibile la via transvaginale, perché fornisce informazioni più chiare e dettagliate.

L’indagine ecografica è rapida, ripetibile, non invasiva, assolutamente indolore e non ha nessuna controindicazione. L’esame dura circa 15 minuti. L’ecografia sovrapubica si esegue con la paziente in posizione supina facendo scorrere la sonda ecografica sulla regione sovrapubica. Per l’ecografia transvaginale la paziente si mette in posizione ginecologica e il medico inserisce la sonda lineare, coperta da un guanto, dentro la vagina
Preparazione
È preferibile eseguire l’esame ecografico subito dopo la mestruazione possibilmente non oltre il 7° o l’8° giorno dall’inizio del flusso. Per l’ecografia sovrapubica è necessaria la vescica piena.

L’ECOGRAFIA TRANS-VAGINALE

L’ecografia ginecologica si identifica con l’Ecografia Transvaginale, un esame ecografico dell’apparato genitale femminile (utero, ovaia, tube) eseguita con una sonda ecografica introdotta in vagina. In questo modo, grazie alla vicinanza agli organi genitali interni, è possibile ottenere informazioni più dettagliate rispetto alla sola ecografia pelvica addominale. E’ infatti possibile visualizzare strutture delle dimensioni dell’ordine del millimetro e, tramite lo studio flusso metrico (Color/Power Doppler), diagnosticare le neoformazioni dell’apparato genitale, anche agli stadi iniziali.
Questo esame può essere eseguito in ogni momento del ciclo mestruale o in menopausa. E’ indicato in caso di dolore addominale o pelvico, nei sanguinamenti uterini anomali, in caso di gonfiore o senso di peso pelvico, nelle cisti ovariche, nelle tumefazioni uterine, polipi, malformazioni uterine, lesioni iperplastiche e neoplastiche dell’endometrio.
L’indagine è indolore e non richiede alcuna preparazione nè necessita del riempimento vescicale. La paziente viene fatta sdraiare sul lettino ginecologico e la sonda ecografica, avvolta da un involucro sterile, viene introdotta in vagina in modo da esplorare i genitali interni. L’esame dura in media 10 minuti. La paziente può seguire sul monitor ogni ogni fase dell’indagine e colloquiare con il medico che esegue l’indagine.

La tua salute inizia qui

Appuntamenti flessibili e cure urgenti.

Chiama — +39 347 76 27 532

12 + 3 =